Il Brunitoio

A+ R A-

Claudio Granaroli

Appuntamenti con la Grafica d'autore

sollecitare i colori - monotipi

4 - 26 maggio 2013

granaroli_claudio

“… la natura, la realtà, l’ambiguità intrinseca delle cose, il sogno dell’immagine si uniscono in un processo di mediazione costante e di trasformazione nella coerenza sperimentale …”


La mostra di maggio presenta una serie di monotipi di Claudio Granaroli realizzati, negli anni settanta ed ottanta, su carta con la tecnica della linoleumgrafia. Le opere risentono fortemente del suo lavoro in pittura. Granaroli, partendo dalle istanze informali, persegue una ricerca continua ed attuale che può sorprendere per le trasformazioni in atto, per i movimenti dinamici: nelle opere, campiture piatte vengono interrotte dall’inserimento di linee o grovigli di segni che scardinano la bidimensionalità suggerita dalle tinte dominanti. Il suo lavoro evidenzia una costante volontà di ricerca perseguita con animo felice, apparentemente senza punti di sofferenza: le sue opere, nella loro pura autoreferenzialità e capacità di suggestione, danno all’osservatore la consapevolezza ed il piacere di trovarsi di fronte, semplicemente, a un pittore.  Niente di più.


Claudio Granaroli: nasce a Milano nel 1939. Vive e lavora a Bergamo. Si è diplomato all’Accademia di Brera nel 1964.
Ha avuto maestri importanti come Pompeo Borra e Domenico Manfredi, la cui importanza - egli stesso lo ricorda - risiedeva nel non aver mai insegnato, ma nell’aver lasciato liberi gli allievi di scegliere la propria direzione.