Il Brunitoio

A+ R A-

Mino Ceretti

Appuntamenti con la Grafica d'autore

Opere su carta

6 - 28 agosto 2011

mino_ceretti

Attraverso una selezione essenziale  di opere su carta (grafite, inchiostro, china, pastello ad olio) l’identità creativa di Mino Ceretti (Milano, 1930) emerge seguendo tutti gli aspetti espressivi della sua lunga ricerca pittorica, dalla metà degli anni Cinquanta ad oggi. Allievo di Aldo Carpi, Ceretti si diploma all’Accademia di Brera nel 1955, nello stesso anno tiene la sua prima personale a Milano e, in seguito, partecipa alla formazione di un gruppo di tendenza (con Guerreschi, Romagnoni, Banchieri , Vaglieri e Ferroni) che viene definito “Realismo Esistenziale”.

Protagonista della situazione milanese tra gli anni Cinquanta e Sessanta, Ceretti – dopo un passaggio nel clima dell’Informale con opere fatte di grumi e di sagome materiche – si affida alla presenza della figura che viene analizzata, frantumata e ricomposta in strutture organiche  articolate. Questi caratteri segnano in modo persistente l’atteggiamento dell’artista nei decenni successivi, in bilico tra la genesi della forma e la sua degenerazione , tra la disgregazione e la ricostruzione di una possibile identità della rappresentazione.

Questa mostra documenta gli orientamenti dell’artista in relazione alla trasformazione della sua visione: dalla serie delle “anatomie-analisi”  alle sequenze dei” frammenti di immagine”, dal ciclo dei “ritratti mancati” a quello delle “identità”, fino alla recenti “figure probabili” a cui viene affidato il destino ancora possibile della pittura.

Ceretti è stato docente all’Accademia di Brera, di Carrara, di Venezia, di Torino e di nuovo a Brera, fino al 2000. (Claudio Cerritelli)

Altro in questa categoria: « Bepi Romagnoni Giorgio Griffa »