Il Brunitoio

A+ R A-

Giorgio Griffa

Appuntamenti con la Grafica d'autore

Lo spazio liberato

Opere su carta 1968-2010

8 ottobre - 6 novembre 2011

Ad oggi sono veramente tante le esposizioni realizzate da Giorgio Griffa in varie città italiane ed estere: più di cento personali (ricordo solo, tra le ultime, quella tenutasi la primavera scorsa al MACRO – Museo Arte Contemporanea Roma) e un numero rilevante di partecipazioni a mostre collettive tenutesi nelle più importanti Gallerie, sedi Pubbliche e Musei.
L’attività dell’artista, iniziata nei primi anni sessanta, si è focalizzata come vera e propria ricerca nel 1968 definendosi come un’analisi attenta e profonda dei modi e degli statuti del “fare pittura” nei termini propriamente non figurativi. Dopo l’iniziale coinvolgimento nell’ambito della “pittura analitica” Giorgio Griffa ha intrapreso un proprio personale percorso espressivo caratterizzato dalla messa a punto di un linguaggio autonomo basato su segni semplici e essenziali, pochi colori armonici e l’uso di tele grezze di cui sfrutta le trasparenze della trama e le eventuali piegature. Le sue opere rincorrono il “non finito”, evocando spazi dilatati e progressioni temporali, e diventano spesso elementi importanti di vere e proprie installazione ambientali di grande suggestione, capaci di invitare a una riflessione pacata ma emotivamente coinvolgente.
La mostra alla Sala Panizza di Ghiffa, attraverso una trentina di acquerelli, disegni a matita, pastelli, tutti inediti e realizzati tra il 1968 e il 2010, vuole esplorare il percorso espressivo dell’artista nella dimensione più intima e privata dell’”opera su carta” con l’obiettivo di evidenziare i temi che hanno caratterizzato specifici cicli della sua produzione artistica (quasi un repertorio delle idee visuali praticate nel corso degli anni). Saranno inoltre esposti una selezione di “libri d’artista” per documentare come l’atteggiamento analitico di Giorgio Griffa faccia uso anche della parola scritta e conti sul suo dialogo serrato e produttivo con l’immagine.
Altro in questa categoria: « Mino Ceretti Gianfranco Lamon »